MART+Rovereto #1

Ragazze/i, mamma mia! Sono tornata da poco, ma vorrei ripartire.

Vi sto scrivendo con più di 30° nella stanzetta, il pc arranca e io non riesco a seguirlo, pensate come sono messa!

Non che la situazione temperatura sia diversa in quel di Bolzano, anzi… ma in pochi minuti si hanno a disposizione vette fresche, per la peppa!

Per farla breve, eccomi con la prima puntata del mio reportage sulle vacanze, brevi e intense.

Ve ne parlo, al mio solito, per consigliarvi posti belli e interessanti, da visitare anche con pargoli e anche se non avete tanti giorni a disposizione.

Iniziamo?

(non voglio farvi sudare troppo!)

reportage

Partiamo con comodo, non abbiamo fretta, e dopo un viaggio con sosta all’area di servizio "La Pioppa" a Bologna (ve la segnalo, perché bella e pulita)

arriviamo alla nostra prima destinazione: Rovereto.

E’ ora di pranzo, andiamo nella prima pizzeria/focacceria/birreria che troviamo vicino al MART.

Mentre aspettiamo, mi distraggo con le orchidee alla finestra…

orchidee… mentre gli uomini discutono su quale motto preferito scegliere.

1-DSC_0004

Mangiamo con appetito…

1-11694282_861614587252549_495638384_n

… e andiamo subito verso il vicinissimo motivo della nostra sosta qui:

il MART, museo di arte moderna e contemporanea

(da notare la signora in bicicletta, in perfetto pendant con lo "striscione" a destra)

02-DSC_0008

“Un edificio ridisegna sempre nuove relazioni, non può essere indifferente. Il Mart nel suo spazio centrale raccoglie e valorizza il linguaggio dell’intorno. La diversità dei linguaggi, moderno-antico, diviene ricchezza”

Mario Botta

(l’architetto che lo ha disegnato)

03-DSC_0010

Già, l’edificio che accoglie il Mart non è indifferente e non lascia indifferenti, di sicuro.

Sia all’esterno, con la grande cupola di vetro e acciaio che sovrasta l’ingresso, che all’interno… Può valere la visita.

Per informazione, l’ingresso prevede il biglietto famiglia, in pratica pagano solo i genitori.

Sotto la cupola, c’è un avviso ben visibile su quello che ci aspetta…

04-DSC_0013

Infatti, fino a settembre, oltre alle collezioni permanenti, il Mart è sede della mostra

La guerra che verrà/Non è la prima

1914/2014

05-DSC_0014

"La guerra che verrà non è la prima. Prima ci sono state altre guerre. Alla fine dell’ultima c’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente faceva la fame. Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente."
Bertolt Brecht

Quindi, al di là del viaggio nella storia dell’arte del ‘900, curioso da fare con due pargoli…

08-DSC_0026a cui si cerca di spiegare chi fosse Mapplethorpe…

07-DSC_0023

… che ti dicono che anche a casa nostra, in certi periodi, potremo far pagare il biglietto…
62-DSC_0020

… e che rimangono affascinati dall’idrante vero da usare in caso di incendio…

63-DSC_0022

… tutto il museo è pervaso dalle guerre di tutte le epoche, per dire che tutte sono uguali, ma anche che ognuna è diversa.

Ed è questo che i pargoli guardano con maggiore interesse.

06-DSC_0018

09-DSC_0027
10-DSC_0029

61-DSC_001664-DSC_0036

65-DSC_0054

Si attraversa un “ponte sospeso” che unisce due enormi aree espositive…

12-DSC_003813-DSC_003914-DSC_004015-DSC_004116-DSC_004217-DSC_004318-DSC_004519-DSC_004820-DSC_004921-DSC_0051

22-DSC_0053

L’arte entra in contatto con la quotidianità, i capolavori delle avanguardie dialogano con la propaganda, la grammatica espositiva completa e rinnova il valore di documenti, reportage, testimonianze.Installazioni, disegni, incisioni, fotografie, dipinti, manifesti, cartoline, corrispondenze, diari condividono gli oltre tremila metri quadrati del piano superiore del Mart e si misurano con sperimentazioni artistiche più recenti, installazioni sonore, narrazioni cinematografiche: documentari originali, video e film. Esposti anche numerosi reperti bellici impiegati nella Prima guerra mondiale, il cui ritrovamento è il capitolo più recente di una vicenda ancora attuale, nella quale ogni oggetto racconta la propria storia.

(Dal sito del Mart)

23-DSC_0056

Usciamo, dopo aver visitato l’ultima parte un po’ frettolosamente. Il giudizio è: bello, molto.

Ma siamo bisognosi di aria e colori e, dopo un pit-stop al bar, facciamo una passeggiata per Rovereto…

12

PicMonkey Collage3PicMonkey Collage4

PicMonkey Collage6PicMonkey Collage5PicMonkey Collage7

46-DSC_0089

48-DSC_0092

Mi sento anch’io come Rosmini, non perché io abbia un qualche sistema filosofico, ma perché, nel passeggiare pensoso, avrà sicuramente notato anche lui tanti bei particolari…

PicMonkey Collage8

49-DSC_009350-DSC_009551-DSC_009652-DSC_009753-DSC_009856-DSC_010457-DSC_0105

Ecco, questo magari ai tempi di Rosmini non c’era…

58-DSC_010759-DSC_0112

27-DSC_0060

Siamo stanchi, dobbiamo fare ancora un’oretta di viaggio per arrivare dai nostri amici che ci ospiteranno, ripartiamo, felici per quello che abbiamo visto oggi!

Alla prossima tappa… ci sarete?

Tutto sta a sopravvivere…

manufirma

Arriva un postino!

Per dire… un piccolo post, veloce veloce.

La storia si ripete!

Ad ottobre 2013 vi avevo raccontato di un battesimo a Bolzano. Si trattava del piccolo Ian che, nel frattempo, non è più figlio unico! E’ nata una sorellina, Greta, e sabato tocca a lei!

Potete leggere il vecchio reportage QUI.

E allora una piccola card è d’obbligo, si tratta di un file della Silhouette e io lo trovo delizioso!

1-DSC_0009

Ho abbellito una scatola con la stessa carta patterned usata per la card (è una vecchia Bella Boulevard), con dei vecchissimi adesivi della Making Memories che forse non esiste più e qualche bottone… Ricordatevi di usare i materiali datati, non lasciateli lì a prendere polvere!

2-DSC_0012

Nella scatola, la gufetta e la targhetta che andranno a completare il ramo che avevo realizzato la volta scorsa, con tutta la famigliola. Nel post trovate anche il link al blog da cui avevo copiato, pari pari… Se non sono fatte per la vendita, copiare cose che ci piacciono non è sbagliato: se non sono fatte per la vendita, ripeto!!! E citare la fonte è d’obbligo!

3-DSC_0014

Finito il postino, vado a stirare e a preparare le valigie!

Si parte! Conto di fare un reportage, se vi piace l’idea..

A presto

manufirma