Un piccolo riassunto

Il caldo mi annienta, mi rende nervosamente dedita all’ignavia, passo dal bere succo d’arancia annacquato a succo alla menta annacquato, è il massimo dell’azione che riesco ad ottenere durante le ore pomeridiane, quando le cicale invece cantano che è una bellezza… Nelle ore di fresco relativo cerco di garantire un minimo di sopravvivenza ai miei coinquilini, tipo preparare qualcosa di molto basico per il pranzo e la cena e poi lasciarli in completa autonomia per il resto della giornata (quello che c’è c’è, quello che non c’è non c’è), stirare aggrappata al ventilatore, fare finta che il pargolo 2 non soffra di allergia agli acari, ripetere che d’estate le scale del condominio non si sporcano e così non devo pulirle. Tutto questo finché non mi trasferirò al paesello e lì, oltre a lavorare, potrò finalmente respirare.

Dopo questo preambolo che non c’entra niente con il riassunto promesso, veniamo a noi.

Vi ricordate il concorso Sizzix a cui avevo partecipato e che avevo vinto nella sezione Upcycling? Ecco, nel frattempo mi è arrivato il premio che vedete qui sotto e mi è stato gentilmente chiesto di realizzare un progettino con le cose che mi erano arrivate e che ho fatto già da un po’… lo vedrete in data da destinarsi nel blog Sizzix, mi avviseranno e io avviserò voi! Non una cosa originalissima, ma quello che ci si potrebbe aspettare da me da un po’ di tempo a questa parte, ehehe!

1-19987367_1416838701730132_1104621589_n-001.jpg

Poi, ne ho già parlato su Instagram e su Facebook, ma lo faccio anche qui per chi non mi segue o non ha i social: pochi giorni fa un fulmine a ciel sereno è piombato sulle teste dei creativi che si servivano di A little market come piattaforma per il proprio shop online. Essendo stato acquisito da Etsy già da un po’, è arrivata la decisione di chiudere A little Market Francia e Italia per questione economiche, credo, e convogliare tutti gli sforzi su Etsy… quindi, da fine agosto mi troverete lì! Mi ero trovata molto bene nella gestione ALM del mio piccolo shop e mi dispiace per questa svolta soprattutto per le creative che avevano molto lavorato per il successo di questo marketplace e che avevano creato una bella community, anche se io non ho avuto modo di partecipare, sia perché ho aperto da pochissimo tempo, sia perché sono poco social da questo punto di vista… Ma non si perderanno d’animo e sono già al lavoro per non perdere tutto ciò che di bello si era creato… Detto ciò, ho alcuni ManùDori superstiti che ho messo in saldo prima della chiusura dello shop di Creattive Compagnie che avverrà lunedì 17 luglio.

Se volete approfittarne, sono pochissimi, uno in meno rispetto alla foto che vedete qui sotto perché è già partito: 4 Small e 1 Regular, non li troverete più dopo la chiusura, mentre adesso sono

qui

fino a domenica 16 luglio!

20046113_1416837661730236_772807174_n

Potrete portarli in vacanza con voi!

A fine agosto troverete i nuovi ManùDori direttamente nel nuovo shop, un’avventura nell’avventura!

Ho i polsi appiccicati al portatile, ma come si fa?

Cerco di staccarli, intanto buona settimana, spero di rileggerci presto!

(se volete, il mio profilo Instagram è un po’ più attivo del blog… qui a destra, nella barra laterale ;))

Acchiappare i sogni con dolcezza!

Non sarebbe bello poterlo fare davvero?

Ci sono sogni bellissimi che svaniscono non appena apriamo gli occhi e anche se facciamo di tutto per ricordarli, niente, non c’è verso. Invece ci ricordiamo quelli brutti, spesso. L’acchiappasogni serve proprio a far fluire quelli belli e ad intrappolare quelli brutti…

E’ una bella idea tenerne uno nella camera dei bimbi!

I sogni vanno d’accordo con le stelle che,

se sono dolci e zuccherine come quelle dei Pandistelle, sono perfette!

1-1

Gli acchiappasogni sono in genere in legno, rete, perline e piume, vanno molto quelli in stile boho chic con pizzi e pizzetti, ma io ho più familiarità con la carta e, quindi, quello che ho regalato ad una bella bimba è proprio in questo materiale.

Del semplice cartoncino bianco ruvido tagliato con la Silhouette Cameo e il gioco è quasi fatto. Se non avete un plotter da taglio potete trovare facilmente in rete pattern da intagliare a mano. Ho usato del vellum a pois glitter da interporre nella “rete” e poi ho cucito tutto intorno con la macchina da cucire. Al centro, un bel Pandistelle in feltro, mentre le stelline sono veri zuccherini!

DSC_0002

Le piume sono sempre intagliate con il plotter e arricchite da cuciture a macchina, ho lasciato volutamente i fili lunghi e liberi di “penzolare”. Ho fissato a del filo da ricamo altri biscottini e delle nappine e l’ho aggiunto all’acchiappasogni, insieme ad alcuni perline di legno.

Acchiappasogni

Eccolo qua, pronto a liberare la sua dolce magia!

Io alcuni sogni vorrei anche ri-acchiapparli… e voi?

A prestissimo, devo raccontarvi un po’ di cose!