Piccolo grande reportage: il Lavandeto di Assisi

Per chi non lo sapesse, ieri ho compiuto 50 anni. Finalmente ho l’età che dimostro!

Non che la cosa mi stia particolarmente simpatica, ma vuol dire anche che ci sono arrivata e quindi festeggiamo. Ho iniziato venerdì, con amiche care che mi hanno fatto una sorpresa, ho continuato ieri con i miei uomini che mi hanno sorpreso pure loro, ho proseguito oggi con la visita al Lavandeto di Assisi, un desiderio che avevo espresso tempo fa e che Dear Husband ha deciso di esaudire, con mio sommo gaudio 😀 !

84-DSC_0184_edited

Se siete in Umbria o avete intenzione di venirci in questo periodo, mettetelo nei posti da visitare, assolutamente! Adesso è il momento giusto, in calendario c’è la festa della lavanda, la fioritura è perfetta e per qualche varietà anche già avanzata perché quest’anno i fiori sono arrivati in anticipo. In occasione di questa festa si entra gratis, oltre alle piante si trovano prodotti tipici e artigianali, ci sono laboratori, si gode di punti ristoro. Per me, l’unica pecca è il caldo, ma non dipende dal lavandeto :D.

Intanto, vi faccio entrare con me e il titolo del post si riferisce al fatto che, come faccio sempre, il reportage sarà piccolo di parole, ma grande di foto!

Ne troverete di molto simili (ma non ho voluto scartarne troppe) e senza una particolare logica se non quella dell’ordine in cui le ho scattate, quindi esplorerete con me, mi dispiace solo che non potrete sentire il profumo e ascoltare il ronzio delle api… immaginateli!

Entriamo.

01-DSC_0062

02-DSC_006303-DSC_0064_edited04-DSC_0065_edited05-DSC_0067_edited06-DSC_0072_edited07-DSC_0073_edited08-DSC_007409-DSC_007510-DSC_0077_edited11-DSC_0078_edited12-DSC_0079_edited13-DSC_0080_edited14-DSC_0081_edited15-DSC_0082_edited16-DSC_008417-DSC_008518-DSC_0086_edited19-DSC_0087_edited20-DSC_0088_edited21-DSC_0089_edited22-DSC_0090_edited23-DSC_009124-DSC_009325-DSC_009226-DSC_0095_edited27-DSC_009628-DSC_009829-DSC_0099_edited30-DSC_0101_edited

ok

31-DSC_0102_edited32-DSC_0103_edited33-DSC_0105_edited34-DSC_0106_edited35-DSC_0107_edited36-DSC_010937-DSC_0110_edited38-DSC_0111_edited39-DSC_0112_edited40-DSC_0113_edited

ok141-DSC_0115_edited42-DSC_0117_edited

36467712_1779685458778786_2077891330830237696_n

43-DSC_011844-DSC_0120_edited45-DSC_012146-DSC_012447-DSC_012548-DSC_012649-DSC_012850-DSC_0129_edited51-DSC_0131_edited52-DSC_0132_edited53-DSC_0136_edited54-DSC_0140_edited55-DSC_0141_edited56-DSC_014257-DSC_014358-DSC_014459-DSC_014560-DSC_014661-DSC_0149_edited62-DSC_0150_edited63-DSC_0151_edited64-DSC_015365-DSC_015466-DSC_0155_edited73-DSC_016674-DSC_016775-DSC_0173_edited76-DSC_0175_edited77-DSC_0176_edited78-DSC_0177_edited79-DSC_0178_edited80-DSC_0180_edited81-DSC_0181_edited82-DSC_0182_edited83-DSC_0183_edited

Ce l’avete fatta?

Devo dirlo, sono andata via a malincuore. Sarei rimasta in contemplazione per molto tempo ancora. I proprietari hanno saputo creare un luogo speciale, vicino a quel luogo specialissimo che è Assisi. Bravi!

Io continuerò a festeggiare, domani farò una capatina al paesello. A presto!

Annunci

Piccolo reportage: il Giardino dei Tarocchi

025-DSC_0049.jpg

Erano anni, sul serio.

Che non si andava da qualche parte sconosciuta, riuscendo ad avere gli adolescenti n.1 e n.2 in contemporanea, e che non ci si riuniva con gli amici di sempre, dove il sempre non significa la frequenza con la quale ci vediamo, ma il tempo che durerà la nostra amicizia.

Ci sono persone con le quali stai così bene che non importa se le vedi o senti poco, conta il fatto che, quando le rivedi, riprendi i discorsi lasciati in sospeso, come se fosse passato un giorno solo. Ti riabbracci e va tutto bene. Quelli che chiami amici veri.

Qualcuno non c’era, ma c’era lo stesso <3.

Dopo questo preambolo, eccoci al reportage vero e proprio! Ogni tanto ne pubblicavo, negli anni scorsi, vi ricordate? O voi che siete qui da tempo? Tante foto anche questa volta, nonostante il luogo sia relativamente piccolo! Ma era da tempo che non prendevo la macchina fotografica al di fuori della palla ovale e mi sono sfogata…

Pronti? Via!

Il luogo prescelto per il nostro incontro è stato il Giardino dei Tarocchi, nel comune di Capalbio, in Toscana. Un luogo strambo, ipercolorato, da guardare con gli occhi di chi ama sognare e perdersi un po’, oltre al fatto che si tratta comunque di un’opera d’arte vera e propria di Nouveau Realisme. Se siete mai stati a Parigi, la fontana Stravinsky vicino al centro Pompidou è stata creata dalla stessa coppia di artisti che ha dato vita al Giardino, Niky de Saint Phalle e suo marito Jean Tinguely.

Niki de Saint Phalle with her Sculpture

Ispirandosi al  Parco Güell di Gaudi di Barcellona, i due hanno letteralmente costruito in cemento armato 22 sculture monumentali, alcune delle quali sono abitabili, ispirate agli arcani maggiori dei Tarocchi,  ricoprendole poi da un mosaico di specchi, vetri e ceramiche colorate. Hanno partecipato anche numerosi altri artisti e il risultato è questo luogo davvero magico.

Oggi il Giardino è visitabile da aprile ad ottobre, con apertura pomeridiana. I bambini e i ragazzi fino a 16 anni pagano un biglietto ridotto e, sono sicura,  visto che avevamo pargoli dai 3 ai quasi 17, che apprezzeranno la visita!

Ieri era particolarmente caldo, c’era moltissima gente e abbiamo fatto quasi tre quarti d’ora di fila per entrare, ma girare in questo luogo è stato ugualmente piacevole ;). La superficie totale è intorno ai due ettari e il tempo che si impiega dipende da voi, con un paio d’ore si fa comodamente.

E’ ora di entrare e di lasciar parlare le foto!

(non vi spiego tutto, non sono stata con una guida in mano, mi sono lasciata portare e trasportare dalle sensazioni visive per la maggior parte del tempo)

005-DSC_0023

004-DSC_0022

036-DSC_0060.jpg016-DSC_0037.jpg

011-DSC_0032.jpg012-DSC_0033.jpg013-DSC_0036.jpg018-DSC_0039.jpg

014-DSC_0027019-DSC_0041

 041-DSC_0065.JPG

050-DSC_0076051-DSC_0077052-DSC_0078

2-DSC_0082.JPG

057-DSC_0086058-DSC_0087060-DSC_0089061-DSC_0090062-DSC_0091

067-DSC_0096069-DSC_0098075-DSC_0105077-DSC_0108079-DSC_0112084-DSC_0119086-DSC_0130087-DSC_0133090-DSC_0137092-DSC_0139

099-DSC_0150

117-DSC_0177118-DSC_0178129-DSC_0192133-DSC_0196

3-DSC_0123_edited

137-DSC_0202

081-DSC_0116

095-DSC_0145

Direi che può bastare, non le ho messe tutte!

Non so perché, ma questo Giardino mi ha incantato davvero… La serata si è conclusa con un pic-nic superlativo in un’area non lontano e con una passeggiata a Capalbio, che mi ha stupito (qui sotto l’adolescente n.2, che ha chiesto una foto… capite, stupore doppio!).

fra_edited

Nonostante sia stato fatto tutto in un pomeriggio e il viaggio sia stato un po’ faticoso, soprattutto al ritorno, che dire… bello bello bello!

Questa la banda al completo ❤

la banda_edited

A presto, con un post “normale” 😀