Creattive su Etsy!

Eccomi qua, ci siamo!

Oggi riparto anche con lo shop, cambiando marketplace, dopo la chiusura di A little market (lo trovate ancora attivo, ma per pochi giorni ancora).

Creattive Compagnie sbarca su Etsy!

Inizia una nuova avventura, da quando sono tornata dal paesello ho cercato di produrre ManùDori per presentarmi all’apertura con un po’ di scelta: è stata una lotta contro il tempo e contro le clienti :D!

Alcuni ManùDori sono approdati senza neanche salire sulla nave e io non so come ringraziare chi continua a darmi fiducia!  Quindi lo shop apre con qualche pezzo in meno, ma la produzione non si ferma, continuerò a caricare i miei Midori di carta non appena saranno pronti, quindi tenete d’occhio lo shop, se siete interessati ;). Ho visto una grande proliferazione di Midori in tutte le salse in questi mesi, ma i miei sono i più belli, tiè! O almeno i più simpatici :D.

Il blog mi permette di fare anche alcune considerazioni, che altrove non potrebbero essere approfondite: ho pensato a lungo alla questione prezzi, ho lasciato invariato il prezzo dei ManùDori Small, mentre ho alzato, ma di poco, quello dei ManùDori Standard, equiparandolo ai grandi. Vi dico anche che si tratta ugualmente di prezzo piccolo, fosse solo per il tempo che ci metto a realizzarli. Spero comprendiate la questione, così come spero comprenderete che non potrò offrire sconti, almeno per il momento.  Mamma mia come sono seriaa… però tutti i ManùDori avranno una “cartellina” al loro interno, 2 dei 4 quaderni saranno in carta per acquarello o per mixed media o da disegno, aggiungerò (dove possibile) gli avanzi delle carte in modo che possiate usarle per un po’ di scrapbooking… e continuerò a mettere qualche regalino, come ho sempre fatto :D.

Continuerò a cercare di perfezionarmi, perché i ManùDori non sono perfetti e mai lo saranno, ma lo si deve a chi mi dà fiducia, così come  proseguirò nel tentativo di realizzare qualcosa che possa piacere almeno quanto piace a me.

Intanto ecco i disponibili (tranne l’ultimo con le nuvole che è già partito e uno che invece nello shop c’è e qui no!):

Li trovate, da adesso,

qui!

Grazie a quanti andranno a fare un giro da quelle parti!

Se non vedete niente che vi piace, ma siete interessati, ogni tanto rifatevi una passeggiata: compatibilmente con il fatto che questo per me è un hobby a cui sto solo cercando di dare una diversa connotazione (un giorno magari vi racconterò del perché mi sono decisa a fare il grande passo), aggiungerò ogni tanto nuovi ManùDori, magari troverete quello che fa per voi o per qualcuno a cui pensate ;).

 

Annunci

Sondaggio per il weekend

Sì, settembre è mese delle grandi domande esistenziali per me e mi vengono in mente tra una faccenda di casa e l’altra, tra una foto messa su Instagram tanto per vedere l’effetto che fa e una su Facebook, in un modo (e in un mondo) totalmente schizofrenico.

L’anno scorso vi avevo fatto la domanda del rientro, quest’anno, mentre mi prendo pure un caffè con un mini cornetto prima di andare a lavare le scale, vi propongo un sondaggio per il weekend.

Dunque dunque…

Cosa ne pensate dell’uso sempre più frequente del “tu” nella scrittura dei blog?

Vi sentite un po’ a disagio come me o vi piace?

Qui ho sempre usato il “voi”, perché tentando di scrivere un blog ho sempre immaginato di rivolgermi a più persone che fanno parte di una comunità di affini, diciamo così. Persone che hanno gli stessi interessi. Non mi è mai passato per la testa di rivolgermi ad una sola persona, anche se la lettura è esperienza solitaria, perché mi immagino che più persone contemporaneamente possano leggere (o guardare solo le figure) e, facendolo, si sentano parte di una cosa comune.

Non mettendomi in cattedra e creando distanza, ma pensando a quella che oggi si chiamerebbe community. Si potrebbe obiettare che la community esiste sempre meno in quanto ad interazione, che anni fa si lasciavano commenti su commenti, si creavano amicizie, che oggi è tutto più un passare da un social all’altro senza soffermarsi  più di tanto… Ma, per me, la community rimane, proprio quella dell’interesse per le stesse cose. Anche se non interagiamo direttamente, esiste.

Quando leggo i blog in cui si usa il “tu” (sempre più numerosi e anche di amiche reali), ho un retrogusto fastidioso, mi sembra forzato, non ho la sensazione  di abbattimento delle distanze e di coinvolgimento e, anche se leggo da sola, immagino qualcun altro che lo stia facendo proprio mentre lo faccio io e ci facciamo compagnia tenendoci per mano… più o meno.

Ma questa è una mia sensazione.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi… o cosa ne pensi tu!

(però continuerò ad usare il “voi”, ehehehe)

Grazie a quanti vorranno rispondere!

midori.jpg

Intanto esperimenti, che non riescono mai come vorrei, perché ci vuole maestria, mica improvvisazione! Piano piano ce la farò!

Buon weekend!