Trovare un tesoro in soffitta

Titolo fuorviante! Non ho trovato un tesoro in soffitta, anche perché non ce l’ho. Non ho neanche una cantina, per dire.

Intanto volevo ringraziare chi ha risposto al mio Sondaggio per il weekend (il weekend di quasi un mese fa…):

siete state in molte! Grazie grazie grazie, mi ha fatto molto piacere leggere le vostre risposte

e siccome siete una pluralità, continuerò a non usare il tu.

Detto questo, urca le giornate quanto passano velocemente! Vero?

Qui si è tornati nei campi da rugby, i weekend sono impegnati con le partite, il pargolo 1

gioca di domenica (quest’anno è capitano, ha iniziato la stagione con un infortunio…):

5-DSC_0218

e il pargolo 2 gioca di sabato (passato di categoria, squadra in rodaggio):

1-DSC_0015

Entrambi con ciuffo aerodinamico che aiuta i placcaggi!

Vi dico questo perché fino a giugno questo sarà… con molta soddisfazione, divertimento, impegno, fatica, sudore, fango, risate e lacrime!

E allora cosa c’entra il tesoro trovato in soffitta? 

C’entra, perché per trovare un’alternativa al rugby rimane solo la possibilità di girare per casa nei giorni feriali.

E per casa intendo non solo la casa di quattro mura (e si potrebbe fare anche lì), ma la città in cui si vive.

Vi è capitato mai di provare a fare i turisti nel posto in cui abitate?

Di prendere una guida e seguire i percorsi o di andare in giro a casaccio, magari nei vicoli?

Potrebbe capitarvi di scoprire luoghi mai visti!

Oppure di passare in posti in cui si va sempre di fretta e concedersi il lusso di passeggiare lentamente?

Guardando in alto, in basso, soffermandosi sui particolari degli edifici, sui sottotetti, sulle finestre, sui portoni?

Vi assicuro che è bello! E bisogna farlo!

Qualche mattina fa, una mia amica ed io ci siamo concesse qualche ora a zonzo.

La nostra città è bellissima ed è piena di tesori. Qualcuno lo abbiamo scovato, ma non abbiamo mica finito!

Quasi 4 chilometri nel centro storico di Perugia, toccando i luoghi più celebri, ma addentrandoci anche nei vicoli dove sembra di essere ancora in pieno Medioevo o in quelli dove non sembra di essere nel cuore di una città che conta più di 160.000 abitanti, ma pare di essere, che ne so, a Spello!

Venite con noi?

01-DSC_00211233b4

02-DSC_0044

56789

03-DSC_0057

1-DSC_0056

04-DSC_005805-DSC_005906-DSC_006007-DSC_0063

1-DSC_0067-001

1008-DSC_0070

1112

2-DSC_0076

13

14

2-DSC_00883-DSC_0093

09-DSC_0096

15a

3-DSC_0100

10-DSC_010615

11-DSC_0111

5-DSC_01166-DSC_01187-DSC_0119

la Cupa

161718192021

Beh, noi ci siamo divertite molto e lo rifaremo!

Sul lato creativo, mi è arrivato il pacco di Fate le Creative pieno di nuovo materiale da utilizzare!

Le mie colleghe hanno già iniziato, andate a vedere le loro creazioni, a breve avrete anche mie notizie!

Buon inizio di settimana e buone passeggiate, potendo…

manufirma

15 thoughts on “Trovare un tesoro in soffitta

  1. I posti sono incantevoli e tu sei una brava fotografa…anche a me piace passeggiare con il naso all’insu’ per scoprire i dettagli dei vecchi palazzi o posti nuovi, Savona, la citta’ dove abito e’ molto bella ed ha un centro storico meraviglioso oltre ad un porticciolo carinissimo. L’unico problema e’ che passeggiare con il mio piccolo e’ un’impresa…lui corre…salta…gioca…come tutti i bambini non conosce l’arte della lentezza, della rilassatezza….quindi a noi non resta che correre e vedere tutto come nella galleria del vento….magari tra qualche anno torneremo a rallentare un po’!! tu approfittane quando puoi .bacio laura

  2. Leggo questo post e sorrido, si perchè ne ho parlato proprio questa mattina in treno con un’amica sul visitare la propria città come un turista. Le dicevo, ma secondo te è possibile che quando andiamo in vacanza mi studio un piano d’attacco per la città prescelta in modo da scovarne i più piccoli segreti, angoli nascosti e ci ritagliamo pure il tempo per perderci nelle vie e scoprire così itinerari poco battuti e quando poi giro per Milano a stento mi guardo attorno. Il tutto perchè sabato sera, finiti i corsi, dovendo aspettare 40 minuti il treno, ho avuto modo di visitare la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore.

  3. Che meraviglia!!!Il mio sogno perdersi per la città. Anche la mia (Milano) è bellissima e ci sono angoli nascosti meravigliosi. Sabato con Caterina ho fatto in giro (odio fare shopping di sabato nel delirio ma altro tempo non l’ho trovato e non aveva più pantaloni). Nel caos da mal di testa, ci siamo rifugiate nella Chiesa di San SAtiro del Bramante e al tempio civico di San Sebastiano: due meraviglie che lasciano senza fiato.
    Bravissima e bellissime foto. Lo proporrò come regalo di Natale alla mia più cara amica: ci siamo regalate negli anni tutto quello che era possibile comprare, ora potremmo regalarci una giornata (va bene anche mezza) in giro per la nostra città!
    baci Francesca

  4. bellissime foto, non avevo dubbi!!!!
    in particolare adoro quella della grondaia con il “ricciolo” e quella della finestra con i vasi coi fiori azzurri (plumbago?)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...