Sondaggio per il weekend

Sì, settembre è mese delle grandi domande esistenziali per me e mi vengono in mente tra una faccenda di casa e l’altra, tra una foto messa su Instagram tanto per vedere l’effetto che fa e una su Facebook, in un modo (e in un mondo) totalmente schizofrenico.

L’anno scorso vi avevo fatto la domanda del rientro, quest’anno, mentre mi prendo pure un caffè con un mini cornetto prima di andare a lavare le scale, vi propongo un sondaggio per il weekend.

Dunque dunque…

Cosa ne pensate dell’uso sempre più frequente del “tu” nella scrittura dei blog?

Vi sentite un po’ a disagio come me o vi piace?

Qui ho sempre usato il “voi”, perché tentando di scrivere un blog ho sempre immaginato di rivolgermi a più persone che fanno parte di una comunità di affini, diciamo così. Persone che hanno gli stessi interessi. Non mi è mai passato per la testa di rivolgermi ad una sola persona, anche se la lettura è esperienza solitaria, perché mi immagino che più persone contemporaneamente possano leggere (o guardare solo le figure) e, facendolo, si sentano parte di una cosa comune.

Non mettendomi in cattedra e creando distanza, ma pensando a quella che oggi si chiamerebbe community. Si potrebbe obiettare che la community esiste sempre meno in quanto ad interazione, che anni fa si lasciavano commenti su commenti, si creavano amicizie, che oggi è tutto più un passare da un social all’altro senza soffermarsi  più di tanto… Ma, per me, la community rimane, proprio quella dell’interesse per le stesse cose. Anche se non interagiamo direttamente, esiste.

Quando leggo i blog in cui si usa il “tu” (sempre più numerosi e anche di amiche reali), ho un retrogusto fastidioso, mi sembra forzato, non ho la sensazione  di abbattimento delle distanze e di coinvolgimento e, anche se leggo da sola, immagino qualcun altro che lo stia facendo proprio mentre lo faccio io e ci facciamo compagnia tenendoci per mano… più o meno.

Ma questa è una mia sensazione.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi… o cosa ne pensi tu!

(però continuerò ad usare il “voi”, ehehehe)

Grazie a quanti vorranno rispondere!

midori.jpg

Intanto esperimenti, che non riescono mai come vorrei, perché ci vuole maestria, mica improvvisazione! Piano piano ce la farò!

Buon weekend!

27 thoughts on “Sondaggio per il weekend

  1. Uso il voi…quelle poche volte che scrivo sul blog. Sai che non ci ho mai pensato alla possibilità dell’utilizzo del tu. E credo che non mi piaccia…troppo intimo il tu per utilizzarlo nel blog che viene letto anche da persone che non fanno parte della cerchia di amici. Il tu lasciamolo ai messaggi personali.

  2. Ovunque nei post di blog che scrivono “per chi ha un blog” dicono di rivolgersi con il tu. Ne ho letti parecchi di questi post e anche io mi son fatta le tue stesse domande ed ho avuto quella sensazione strana a rivolgermi con un tu. Negli ultimi miei post scrivendo pensavo a questa “regola” e nel dubbio evitavo entrambe le possibilità, cercavo un modo di svignarmela ahahah non so se da qualche parte mi ci è scappato… però concordo con te: il voi fa community e mi trovo più a mio agio usandolo.

    1. Sì, infatti so che è la scelta consigliata ora. E tutte le blogger più “trendy”😉 lo usano… ma credo che ognuno debba fare come si sente, senza seguire i consigli se non li riteniamo giusti per il nostro modo di porci e li sentiamo forzati😉❤

  3. Personalmente a me piace usare il tu, l’ho sempre fatto non perchè voglio pretendere di avere chissà quali conoscenze o competenze, ma perchè crea a mio avviso una sorta di coinvolgimento maggiore tra ciò che scrivo e chi legge.
    Non c’è nulla che io condivida che non vorrei fosse condiviso (leggi : cose troppo personali) perciò mi piace che sia un posto da vivere con leggerezza, anche se qualcuno passa per caso.
    In fin dei conti, per quanto più persone possano leggere contemporaneamente lo stesso articolo, saranno sempre in posti diversi e distanti (almeno io sono piccolina e anomala per poter pensare che ci siano addirittura gruppi di lettura per i miei strani post!).
    Sono dell’idea che un blog è uno spazio proprio, personale ma che si sceglie di condividere con altri perciò, così come si farebbe con degli ospiti invitati in casa, bisogna agire secondo il proprio carattere e idee, se ti fa sentire a tuo agio rivolgerti al plurale, perchè no?😉

    1. Infatti uso il voi proprio per le tue stesse ragioni, sento più distanza a rivolgermi ad una sola persona proprio perché anche chi passa per caso si senta coinvolto in un posto dove si è in più di uno… gruppi di lettura, no, per carità! non volevo dire quello quando parlo di community, ma di persone che, anche singolarmente, fanno parte però, che ne so, delle scrapper, delle amanti della fotografia amatoriale, dei paciughi in generale. Ma sì, ognuno faccia come si sente, ma ho letto di grandi dubbi, di scelte fatte con sofferenza… ecco, di questo non mi capacito.😀❤

      1. Proprio sofferenza, oddio, questo mi pare troppo!
        Credo che non si debbano creare delle leggi assolute, in fin dei conti stiamo parlando di qualcosa che non è ad uso strettamente professionale o didattico e che diamine, un pò di flessibilità e tranquillità!
        Si condivide, si scherza e si scambiano opinioni, come lo si faccia non penso debba essere proprio un dubbio amletico….

  4. a me piace di più il “voi” corale, e mi ritrovo pienamente nelle “amanti dei paciughi in generale”😀
    e comunque leggendo in fretta, come faccio di solito quando apro gli aggiornamenti di un blog che mi interessa,
    ho avuto un attimo di dubbio….avevo visto in apertura “mi prendo pure un caffè corretto” (invece che con mini cornetto) ….alè, nel dubbio una puntina di Vecchia Romagna può dissipare i pensieri😀 ….

  5. che domanda per un venerdì pomeriggio in cui devo tentare di fare tremila cose e mettere in ordine di priorità quelle che non riuscirò a fare, (o almeno riuscissi a sgombrare la scrivania……………………..), il Voi è perfetto perchè si parla a più persone o almeno si spera che ve ne sia in ascolto più d’una ma il effettivamente uso il tu perchè è come se parlassi con te, la mia amica anche se mi piace molto leggere anche i commenti delle altre che oramai mi sembra di consocere. Direi che siamo un blog tipo thè delle cinque nella campagna inglese alla Jane Austen

  6. io non ho più un blog quindi non ho problemi di voi o tu, sinceramente leggo qualche blog (molti meno rispetto a prima) e non ho fatto caso a cosa usano ma pensandoci, leggendo il tuo, direi che il voi mi piace di più perché mi fa sentire parte di un gruppo!

  7. Premetto che non mi sono mai fatta tutti questi problemi🙂
    Posso dire che i post li scrivo con il “voi” perché mi rivolgo a tutte le persone che poi leggeranno…
    Ma a questo punto mi pongo questo problema: quando lascio un commento ad una scrapper che non conosco bene, devo darle del lei???

  8. Manu, tu lo sai, il dubbio me lo aveva già insinuato alcuni anni fa il post di una bravissima craft blogger con cui spiegava il suo passaggio alla seconda persona singolare, per dialogare con i lettori. Sempre più di frequente ho visto usare il “tu” sia nei blog che su facebook e mi sono fatta anche io le stesse domande, anche se io a dire il vero non provo nessun fastidio a leggere i blog che lo usano, casomai dopo tanti anni in cui ho dato del voi mi viene un po’ più difficile scrivere tu😉
    Se scrivessimo in inglese non ci sarebbero problemi, un “you” andrebbe bene per tutti!😀
    Quindi meglio dare del tu o del voi? O conviene usare una forma più impersonale come dice Kushi? Secondo me ognuno deve fare quello che si sente, ma raccontando la mia esperienza, ho usato il “voi” fino a poco tempo fa, perchè mi piaceva pensare di rivolgermi al pubblico di amiche e lettrici e non al singolo. Tuttavia ritengo che nell’era così impersonale e “frettolosa” dei social, è giusto stabilire un contatto diretto con i lettori (tanti o pochi che siano). Per cui sono passata al tu, dando per scontato che chi visita il mio blog (online da quasi 10 anni!), un po’ mi conosce ed accetta un dialogo diretto e informale con me e con le altre lettrici😉 Non trovo che dare del tu in un blog sia come mettersi in cattedra e che per questo nasconda un atteggiamento di superiorità o addirittura saccenza. Anche se rispetto la tua opinione.
    In conclusione? Una soluzione univoca per tutti non esiste. Però è interessante capire cosa ne pensano le amiche che ti leggono🙂

  9. Non mi convinci😛
    Il tu che intendo io non è il tu colloquiale, che usiamo tranquillamente per interagire nei commenti quando ci rivolgiamo alla persona specifica e dove c’è veramente il contatto diretto. Il dialogo è ugualmente informale usando il voi (e più informale di me non ce n’è) perché la differenza di cui parlo è tra il rivolgersi al singolo o alla pluralità, non tra l’essere informali e formali. Non è usare il tu che viene visto come mettersi in cattedra, ma usare il voi! Era di me che parlavo! Ho letto un sacco di articoli, dove, appunto, questa cosa di rivolgersi alla pluralità viene vista come creare distanza. Ma, come dici tu, non ci sono regole buone per tutti, conta la propria indole e, tu o voi, conta quello che uno propone. Fra poco festeggiamo i dieci anni tutte e due e… chissene de tutto!!!! Ahahahahah!

    1. Manu, tra ‘sto “tu” e ‘sto “voi” non ce sto più a capì un H!😀
      Facciamo che io uso il tu, tu usi il voi e vediamo come butta😀

      1. Anna pure io sono confusa… pensa che prima di questa spiegazione di Manu io avevo capito l’esatto contrario (che il “tu” fosse sfacciato) ahahahah

  10. Un caffè corretto anche per me! Visto che si avvicina il decennale per entrambe, io passo dal “creativo” al “corretto”, che è meglio😀

  11. ho provato a scrivere un paio di post rivolgendomi ad un fantomatico “Tu”… ma non mi viene naturale.
    Anzi per me è davvero una forzatura e quindi viene meno lo spirito del post che dovrebbe scorrere liscio come l’olio.
    La mia personale opinione eh, che vale quello che vale.
    Ti dirò di più, quando mi ricapita di tornarci sui quei post mi dà anche fastidio leggerli e forse forse modificherò la persona.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...